Canzoni Victoria's Secret

11 canzoni per quando c’è il Victoria’s Secret Fashion Show

Mercoledì 29 novembre 2016 gli Angeli sono tornati a sfilare tra noi anche se in realtà hanno sempre sfilato e, a dirla tutta, non erano nemmeno tra noi perché loro erano a Parigi mentre noi probabilmente eravamo a casa sul divano a bingewatchare film di Adam Brody.
Non so spiegare di preciso cosa ci sia di affascinante nel VSFS, a parte gambe alte un metro e mezzo, interminabili ore in palestra e diete incredibili, c’è qualcosa che fa sì che, il giorno dopo, si debba necessariamente setacciare Youtube e derivati per cercare le esibizioni in questione.
Nell’attesa dello show completo io e Davide, raggio di sole eccezionale e che collabora alla playlist eccezionalmente, abbiamo deciso di riportarvi alla mente alcune delle esibizioni più iconiche augurandoci che, un giorno, in passerella ci siano anche le Fifth Harmony.
Non per altro, ma l’idea di Kendall, Gigi e Adriana sulle note di Work from Home rappresenterebbe l’ineffabile.

 

1. Firework – Katy Perry

Do you ever feel like a plastic bag?

Quando vedo questa esibizione immagino sempre Katy che esordisce con questa frase, nessuno risponde in modo affermativo e poi niente, finisce che lei sfila da sola perché figurati se gli angeli si sentono sacchetti di plastica.

 

2. Moves like Jagger – Maroon 5

You wanted control so we waited
I put on a show now we’re naked

Poche cose sono certe nella vita: i dati del telefono che finiscono prima di instagrammare un concerto, la metro rallentata il lunedì mattina e l’amore di Adam Levine per le modelle, meglio se di Victoria’s Secret.
Prima di Behati, attuale moglie del frontman dei Maroon 5, il cantante aveva dato spettacolo con Anne Vyalitsana accompagnandola in passerella e posandole le labbra sulla guancia in un casto bacino in slow motion.
Aggiungiamo anche che Adam è l’unico uomo al mondo a potersi permettere di calcare la scena con una canottiera e di essere così gnocco da dover essere dichiarato illegale in almeno 3 dei 5 continenti.

 

3. Phresh out the runaway – Rihanna ft. Davide

I see you walk
I hear you walk

Più che ad un angelo, Rihanna somiglia all’Anti Cristo di passaggio dalle Barbados per cantare un secondo Phresh Out the Runway in mezzo a modelle in bikini. Correva il 2012, gli Angeli erano di flora vestiti, Justin Bieber ha scoperto in quel momento gli effetti della pubertà e dai venti secondi di sfilata di Riri non è uscita indenne nemmeno la mascella di Adriana Lima. Io nel dubbio la amo.

 

4. I knew you were trouble – Taylor Swift

I knew you were trouble when you walked in
[…]
Flew me to places I’d never been

T.S. nel ritornello di questa canzone è riuscita ad infilarci sia la sfilata che il volo degli angeli e questo testimonia per l’ennesima volta la sua evidente superiorità.
Certo è che nelle sue performance non c’è nulla di lasciato al caso: a volte penso che siano coreografati anche i battiti di ciglia e, le volte in cui non lo penso, è perché ne sono certa.

 

5. Love Me Harder/Bang Bang/Break Free/Problem – Ariana Grande ft. Davide

She might’ve let you hold her hand in school, but I’mma show you how to graduate

Di sicuro Ariana sa mostrarci how to graduate, ma credo abbia un po’ di difficoltà ad insegnarci come schivare le ali di Angeli imbizzarriti sulle note di Bang Bang. Vi lascio due affermazioni che potrete verificare solo aprendo il video, solo una è vera: Ariana Grande ha i capelli sciolti, una modella ne sculaccia un’altra nel backstage perché è partita Problem.

 

6. Say something – A Great Big World

You’re the one that I love
And I’m saying goodbye

Il nome di questa collezione era “Le naufraghe” e quindi non puoi fare a meno di mettere Ian Axel a cantare tipo leggenda del pianista sull’oceano mentre le modelle, visibilmente provate dalla vita su un’isola deserta, amoreggiano selvaggiamente con la telecamera.
Alcune sorridono pure perché sono quelle che hanno capito che quella pianta sulla destra, quella vicino alla palma da cocco, è veramente aloe e ragazze dio mio che pelle splendida.

 

7. Thinking out loud – Ed Sheeran

Kiss me under the light of a thousand stars
Place your head on my beating heart

Immagino sempre Ed Sheeran che, prima dello show, firma una clausola in cui si impegna a non guardare le gentili donzelle che gli sfilano intorno perché se no si distrae.
Immagino anche Ed Sheeran che si rifiuta di cantare When your legs don’t work like they used to before prima che sfilino Adriana e la Ambrosio ma, non so come, non succede MAI.

 

8. Can’t feel my face – The Weeknd

All the misery was necessary when we’re deep in love

Una delle certezze del VSFS è che chissenefrega cosa canti, basta che la canzone sia bella e che tu la canti bene.
Se Hozier si era esibito con Take me to church in mezzo ad un’atmosfera fiabesca, qui abbiamo la Prinsloo che inventa le parole, la Sampaio che arringa le folle e The Weeknd che inneggia alla cocaina: non potremmo chiedere di meglio

 

9. Army – Ellie Goulding

When I’m with you
I’m standing with an army

Questa è una delle mie esibizioni preferite, le ragazze sfarfallano più della Rodriguez a Sanremo e nessuna calcola Ellie Goulding. Nessuna tranne Adriana Lima perché lei è una supermodella e la pagano di più.
Consiglio di volare a 2.21 dove un angelo prova a ballare ma siccome non è né KendallTaylor Hill fa una figura barbina di fronte a tutti gli spettatori ovvero Marta che conosce a memoria la performance di Ellie.

 

10. Hands to myself/Me & My Girls – Selena Gomez ft. Davide

Never felt more, more alive
I got my chicas by my side

I picchi di bene che ho voluto alla Gomez durante la vita corrispondono a quando giocava alle Witch nel video di Come and get it e al mashup di Hands To Myself e Me & My Girls dalla sfilata del 2015. Aggiungiamoci Gigi Hadid con un dalmata in mano che indossa una tuta ignifuga senza la parte superiore della tuta ignifuga e l’incendio parte comunque.

 

11. Million reasons – Lady Gaga

I try to make the worst seem better

Tralasciando il fatto che quella del 2016 sembra essere la collezione più brutta di sempre, credo che Gaga non verrà chiamata mai più al VSFS perché, pur essendo più bassa di loro, mangia in testa alle modelle.
Facile“, direte voi,”le modelle mica mangiano“.
Il motivo penso sia proprio questo: su qualunque palcoscenico si trovi Lady Gaga, le altre devono accontentarsi delle briciole.

 

Con questa immagine pazzesca direi che possiamo congedarci.
Grazie Davide: ti direi che sei un angelo ma non vorrei che qualcuno qui se la prendesse.
Un bacio a testa,
-M & D

Un pensiero su “11 canzoni per quando c’è il Victoria’s Secret Fashion Show

Cosa ne pensi?